Skip to main content
Pilates

I SETTE PRINCIPI FONDAMENTALI DEL PILATES

L’obiettivo principale di J.H.Pilates era quello di rendere le persone consapevoli di se stesse. Questo metodo ha come scopo quello di portare l’individuo a muoversi con armonia, grazia ed equilibrio. Per raggiungere ottimi risultati è necessario familiarizzare con 7 principi fondamentali.

Woman working out with an exercise ball

1. Respirazione: profonda e controllata, conduce ad un rilassamento fisico e mentale, eliminando le tensioni e ottimizzando la corretta esecuzione del movimento. Favorisce un corretto ricambio di ossigeno ed una migliore circolazione.

2. Concentrazione: è molto importante per eseguire correttamente gli esercizi richiesti. Nulla deve essere trascurato in quanto la concentrazione non si esaurisce nel movimento, ma va estesa a tutti gli aspetti del proprio corpo. In tal modo si diventa consapevoli della postura da mantenere durante l’esecuzione.

3. Rilassamento: è il punto di partenza. Eseguendo gli esercizi senza stress e tensioni è fondamentale riconoscere e rilassare aree di tensione involontaria durante i movimenti: il collo, il cingolo scapolo omerale, i flessori delle anche, sono punti critici per l’accumulo di tensioni che occorre imparare a riconoscere ed eliminare.

4. Allineamento ed equilibrio: portano ad una maggiore consapevolezza del movimento del corpo con il minimo ed il massimo sforzo necessario. Importantissimo per il corretto carico bio-meccanico delle articolazioni, mantenendoli nella cosiddetta “zona neutra”.

5. Centralizzazione: il baricentro è inteso come principio di stabilizzazione del bacino attraverso il lavoro sinergico della zona addominale con quella lombare. Occorre lavorare dall’interno e dall’esterno sviluppando uno stabile sostegno per la colonna vertebrale e per gli organi interni. Le ultime ricerche mediche indicano che la stabilità si ottiene se l’azione parte dal pavimento pelvico e dalla parte bassa dell’addome.

6. Precisione: altro aspetto fondamentale che deriva dal controllo. La mancanza di controllo nell’esecuzione degli esercizi porta inevitabilmente ad una scorretta interpretazione ed esecuzione. La precisione, rimanendo cioè nell’arco del movimento, determina il bilanciamento tra tono muscolare, tendini ed articolazioni, che si traduce, nella vita di tutti i giorni, nella grazia e nell’armonia dei movimenti.

7. Organizzazione del cingolo scapolo omerale: aiuta notevolmente a rilassare il collo e a rimettere in asse la parte alta della schiena. Ritrovando l’equilibrio originale, anche le braccia possono muoversi liberamente nelle articolazioni delle spalle, evitando così nuove tensioni e contratture.

.